a cura di Open Genova e Rete al Femminile Genova

Rosadigitale è un movimento nazionale di pari opportunità nell’ambito della tecnologia e dell’informatica. Il movimento svolge eventi di base rivolti a chiunque voglia avvicinarsi al campo tecnologico come per esempio: la programmazione, web marketing, robotica, elettronica, graphic e web design, giornalismo online, digital painting, fotografia digitale e tanti altri temi purché siano connessi con la tecnologia. Lo scopo è quello di ridurre il più possibile il divario di genere che esiste anche nel mondo digitale.

Secondo Stefano Scarpetta, direttore per l’occupazione e gli affari sociali all’Ocse, le donne rischiano di più a livello lavorativo in un contesto in cui le tecnologie stanno prendendo il sopravvento perché hanno meno competenze digitali.

Il rapporto dell’OCSE Going digital: the future of work for women sembra confermare questa visione in quanto analizza le modalità con cui la trasformazione digitale cambierà la posizione delle donne nel mercato del lavoro. Se esiste un’equa distribuzione tra uomini e donne nelle cosiddette “soft skills”, i dati si sbilanciano quando si parla di “hard skills”: solamente l’1,4% delle lavoratrici infatti possiede le competenze specialistiche ICT, contro il 5,5% degli uomini.

L’Ocse chiude il suo rapporto indicando una serie di politiche che renderebbero la rivoluzione digitale un’opportunità e non un rischio per le donne:

  1. risolvere il divario fra uomini e donne nell’accesso e nell’utilizzo delle nuove tecnologie;
  2. promuovere modalità flessibili di lavoro utilizzando le nuove tecnologie;
  3. assicurare a tutti i lavoratori, uomini e donne, la medesima attenzione nell’implementazione di politiche a sostegno dei lavoratori delocalizzati;
  4. adattare i sistemi di protezione sociale alle nuove forme di lavoro.

Inoltre, il report ha evidenziato che il 65% dei bambini che iniziano adesso il loro percorso scolastico svolgerà lavori che ad oggi non esistono.

È proprio sul target bambine/ragazze che si concentra l’indagine di Save the Children dal titolo: “Che genere di tecnologie? Ragazze e digitale tra opportunità e rischi”.

L’indagine esplora il tema del rapporto tra ragazze e tecnologie digitali, individuando le opportunità e i rischi connessi all’utilizzo della rete da parte delle ragazze e provando a mettere a fuoco il ruolo che le tecnologie possono avere nel rafforzare o meno gli stereotipi di genere.

Interessante per esempio è la ricerca sugli acquisti online per il target 15-17 anni dove, quando si parla di libri, giornali, riviste e formazione, le ragazze dominano con il 39,9% contro 15,4% dei ragazzi, ma quando si parla di informatica e tecnologia le ragazze sono al 21,8% contro 59,7% dei ragazzi. La ricerca completa è consultabile qui.

Associazione Open Genova da sempre attenta alla digitalizzazione di base per tutta la cittadinanza e allo sviluppo delle soft skills e Rete al Femminile Genova, sezione locale dell’associazione nazionale di promozione sociale dedicata a imprenditrici e libere professioniste che ha come obiettivi la condivisione, l’aggiornamento professionale e il networking, hanno deciso di unire le forze per promuovere una campagna di sensibilizzazione anche su Genova su questo tema proprio in occasione della settimana di Rosadigitale.

Segui i social network Open Genova e Rete al femminile Genova

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.