www.hackathongenova.it

Il 14 e 15 novembre presso il Salone degli Orientamenti si terrà il primo Hackathon sui temi del lavoro. Per due giorni, informatici, hacker, orientatori del lavoro, formatori, ricercatori, studenti e cittadini guidati da “ambasciatori” esperti in diverse tematiche, metteranno in campo creatività e competenze intorno al tema del lavoro con l’obiettivo di individuare idee e applicazioni da sviluppare. Due le sfide intorno alle quali le squadre si confronteranno:

 

1 – Trovare lavoro e competenze intorno a noi

2 – Avere un personal digital assistant

 

E’ possibile iscriversi direttamente sul sito del progetto fino al 13 novembre. Le squadre vincitrici delle sfide, riceveranno ciascuna un premio di € 1.500,00 ed altri premi messi a disposizione dai Partner dell’evento e saranno premiate nell’ambito della Notte dei Talenti. L’hackathon è promosso dal Comune di Genova e dalla Regione Liguria con la gestione operativa di Job Centre.

Open Genova, insieme a molti altri attori è stata coinvolta nella fase di costruzione di questa iniziativa che riteniamo di grande valore. Finita la fase di progettazione siamo tutti chiamati a farla conoscere al pubblico, per questa ragione abbiamo chiesto ad alcuni organizzatori istituzionali di rispondere alle nostre 3 domande.

Da dove nasce l’idea di un hackaton sui temi del lavoro?

Dal nostro osservatorio territoriale e attraverso le iniziative che conduciamo come Comune di Genova (dallo sportello del cittadino a Informagiovani, alle attività di accoglienza di stagisti e studenti di alternanza scuola lavoro, ai processi sul digitale sull’industria creativa fino a quelli di inclusione sociale e lavorativa). Durante le nostre attività si è percepito il forte disorientamento indotto dalla lunga e travagliata fase di cambiamento delle competenze, degli attori e delle regole dei servizi in rapporto alla rapidissima evoluzione delle regole di ingaggio e delle aspettative possibili (competenze e tipologie, status, qualità, durata, corrispettivi, welfare connesso) legate al lavoro. Regione Liguria e le altre istituzioni sono strenuamente impegnate nello sforzo di attuazione del nuovo quadro normativo, ma, nonostante la ricerca di dialogo con gli stakeholder, il tecnicismo e la complessità di materia rendono il processo arcano incapace di coinvolgere, nell’ideazione e nella ricerca di soluzioni, competenze e comunità che potrebbero aggiungere approcci innovativi, pensiero creativo e laterale. Per questo si è scelto di costruire un evento aperto:  33 ore di riflessione, sfida e flusso progettuale, sul tema del lavoro, che  ” sollevi il problema ” in modo pubblico, concreto e creativo.

Cosa vi aspettate da questa iniziativa?

Dall’inziativa ci aspettiamo di:

  1. ottenere nuove idee, applicazioni, ispirazioni da sviluppare;
  2. comunicare e mantenere alta l’attenzione sul tema del lavoro e sullo sforzo in atto per trovare soluzioni di sistema
  3. mappare e attivare una rete più ampia e meno istituzionalizzata, capace di coinvolgere nuovi soggetti e singoli partecipanti nella ricerca di soluzioni

A chi è rivolto? Chi può partecipare?

E’ rivolto a molte tipologie di persone, per esempio ci aspettiamo l’apporto progettuale di programmatori, comunicatori, start up, orientatori, aziende, disoccupati, cittadini. Sarà per loro sufficiente iscriversi sul sito e scegliere la sfida alla quale si vuole dare il proprio apporto. Le squadre saranno composte da persone con diverse esperienze, competenze e punti di vista, anche generazionali e questo sarà un punto di valore di questo primo hackathon sul lavoro.

www.hackathongenova.it

 

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*