L’annuncio di Wikimedia Italia ufficializza i vincitore dell’edizione 2017 di Wiki Loves Monuments.

Genova con la foto di uno dei suoi gioielli, il Castello d’Albertis, si guadagna una meritatissima seconda posizione portando ancora una volta le meraviglie della nostra città in giro per l’Italia e per il mondo

Oltre al secondo posto del Castello d’Albertis Genova si posiziona bene anche con:

  • 4° classificato Arco della Vittoria – Genova
  • 8° classificato Palazzo Doria-Tursi – Genova
  • 10° classificato Teatro Carlo Felice – Genova
  • Premio speciale Enegan Luce & Gas Palazzo Doria-Tursi – Genova
  • WLM Liguria – classificato Scale di Palazzo Tursi – Genova

In questa pagina tutti i vincitori dell’edizione italiana

Questo risultato è stato possibile grazie ad una sinergia con il Comune di Genova che dura ormai dal 2014 anno in cui Open Genova ha fortemente voluto portare il concorso a Genova (prima citta metropolitana ad aderire) oltre ad una azzeccata partnership con l’associazione di fotografi Sintesi. Grazia anche a Wikimedia Italia con cui la collaborazione migliora di anno in anno. Possiamo dire che questa edizione di Wiki Loves Monuments nella nostra città è stato un lavoro di squadra “alla Open Genova”. Enrico Alletto, presidente Open Genova


Gli splendidi risultati ottenuti dalla nostra città sono la prova che la collaborazione e la condivisione delle risorse e della capacità sono la chiave per creare un circuito virtuoso di sinergie. La partneship con Open Genova, oltra a garantire una ampissima diffusione del concorso ha permesso nell’ambito del progetto sviluppato insieme WLM Tutto L’anno l’accesso a vari monumenti come il Teatro Carlo Felice, i Parchi di Nervi, Forte Begato, Il Teatro Modena e Palazzo Tursi che difficilmente sarebbero potuti essere visitati, conosciuti e fotografati in modo approfondito come è stato possibile fare. Non possiamo non ringraziare ulteriormente, oltre al Comune di Genova, anche Open Genova per aver permesso ogni anno dalla prima edizione del concorso di aumentare i monumenti liberati, oggi ben 45, che possono quindi essere fotografati e “vissuti” da tutti i genovesi. Alberto Picconi Presidente di Sintesi


L’edizione genovese , che quest’anno ha presentato ben 1299 foto al concorso, si è caratterizzata da un alto livelo qualitativo.Via via che la selezione delle foto ammesse proseguiva il peso percentuale di quelle provenienti dalla nostra città aumentava sensibilmente per arrivare al 40% all’interno della selezione finale dei premiati. Questo è senza dubbio un motivo di vanto e orgoglio dato sia dalla bellezza della nostra città sia dalla bravura dei fotografi ed è uno spunto per proseguire al meglio con la diffusione del concorso e l’organizzazione delle prossime wiki gite. Ilaria Molinelli Referente WLM tutto l’anno

Tutte le foto vincitrici sono state scattate nell’ambito di wikigite organizzate da Open Genova e Sintesi ed i fotografi sono stati supportati nel caricamento delle foto e nei chiarimenti sul concorso e sull’attribuzione delle licenze.

Open Genova ricorda che le foto del concorso sono tutte ad altissima risoluzione e rilasciate con licenza “libera” ciò significa che possono essere usate anche per scopi commerciali a patto che si mantenga la paternità dell’autore. Il concorso è anche un pretesto per “mappare” il patrimonio pubblico nazionale, ogni anno infatti viene chiesto al Comune di “liberare” nuovi monumenti autorizzando formalmente la possibilità di fotografarli ad alta risoluzione. A questo proposito è disponibile una mappa di Open Genova con tutti i monumenti liberati dal 2014 ad oggi. Vedi mappa

Il censimento pubblico nazionale dei Monumenti è a cura di Wikimedia Italia con cui Open Genova collabora dal 2014.

Le foto vincitrici parteciperanno al concorso internazionale con possibilità di essere utlizzate su Wikipedia e saranno esposte in mostre organizzate in tutta Italia offrendo ancora moltissime occasioni per far ammirare le bellezze della nostra città. Sintesi ed Open Genova stanno già pensando all’esposizione cittadina.

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*